venerdì 13 dicembre 2013

Colpa


La figlia dei miei desideri
mi ha dato silenzi e pudori;
ascolto la mia voce e i miei pensieri:
vi trovo astio, ira e sconfinati rancori.

E resto sulla mia sedia
a fissare i tuoi dolori:
li cerco come quel pittore che di un'aia
cerca le ombre, le forme, i falsi colori.




Nessun commento: